Debacle Avellino, i grifoni vincono al partenio e umiliano i lupi

Stadio Partenio Lombardi, Avellino. L’Avellino ospita tra le mura amiche il Perugia. Gli ospiti sono più determinati e motivati e al fischio di inizio prendono subito in mano il pallino del gioco gestendo il centrocampo più dei padroni di casa. Solo due le vere occasioni del primo tempo tutte per la compagine di Bucchi che Di Carmine ha trasformato in gol. Si chiude la prima frazione di gioco con il doppio vantaggio degli umbri. Un risultato più che meritato.

Occasionissima per l’Avellino al 54’ con Ardemagni che colpisce malissimo la sfera. Il Perugia, però, vuole chiudere la gara e lo fa al 61’ sempre con Di Carmine che sigla la sua tripletta personale grazie ad una distrazione della retroguardia biancoverde. Come se non bastasse, al 72’ c’è l’autogol di Laverone che devia involontariamente la sfera nella sua porta da un cross di sinistra. Ancora gol per il Perugia al 75’ con Terrani che colpisce la palla e la manda sotto la traversa. Ci provano ancora gli ospiti con Ricci al 79’ ma non trova la porta. Termina 0-5 al “Partenio Lombardi” con un Avellino che si ferma a 36 punti. Gli ospiti, invece al quinto con 43 punti.

Avellino – Perugia 0-5

Marcatori: pt 12′ e 38′ Di Carmine; st 15′ Di Carmine, 26′ Laverone (aut.), 30′ Terrani.

Avellino: Radunovic; Gonzalez, Jidayi, Djimsiti, Laverone; Lasik (14′ st Camarà), Moretti, Paghera, Belloni (3′ st Castaldo); Verde (21′ st Migliorini), Ardemagni. A disp.: Lezzerini, Perrotta, Eusepi, Soumarè, Omeonga, Solerio, Camarà. All.: Novellino.
Perugia : Brignoli; Dossena, Del Prete, Di Chiara; Mustacchio, Gnahoré, Acampora (20′ st Ricci), Fazzi (45′ Garofalo); Dezi, Guberti (11′ st Terrani); Di Carmine. A disp.: Elezaj, Nicastro, Di Nolfo, Panaioli, Forte, Achy. All.: Bucchi.
Arbitro: Manganiello di Pinerolo. Assistenti: Bellutti di Trento e Grossi di Frosinone. Quarto uomo: Luciano di Lamezia Terme.
Note: Espulsi: al 19′ st Djimsiti e al 38′ st Gonzalez per gioco falloso. Ammoniti: Belloni per proteste; Gnahoré per gioco falloso. Angoli: 5-4. Recupero: pt 1′; st 0′.

Angelo Festa