Si chiude la 28a giornata di Serie A con tanti gol

Ormai ogni turno di serie A è suddiviso in 3/4 giorni, dal lunedì al venerdì.
Anche in questa il turno si apre con un anticipo vista la Champions da disputare per la Juventus, la quale ha ospitato il Milan, in un match pieno di errori arbitrali.
Alla fine termina 2-1 per la Juve con rigore all’ultimo secondo segnato da Dybala.
Il secondo anticipo è un’altra grandissima partita: il derby di Genova. Partita come al solito tiratissima risolta dal più talentuoso in campo, Luis Muriel.
Il lunch match è un altro derby, quello emiliano tra Sassuolo e Bologna. Finalmente si sveglia Destro e porta i tre punti ai rossoblu.
Alle 15:00 la partita di cartello è tra Inter e Atalanta, valevole per l’Europa. Match senza senso, 7-1 per l’Inter con triplette di Icardi e Banega.
Il Pescara di Zeman è morto prima di cominciare, dopo l’exploit della prima partita, altra sconfitta, stavolta contro l’Udinese, 1-3.
La Fiorentina vince in extremis contro il Cagliari, grazie al solito Kalinic e continua a sognare un posto in Europa.
In casa il Napoli è una macchina da gol. Contro il Crotone tutto semplice, con un grande Insigne e il solito Mertens. 3-0 e Crotone annichilito.
Altra goleada di giornata, questa volta a Verona tra Chievo e Empoli, finita 4-0 per i clivensi.
Il posticipo della domenica è tra Palermo e Roma. Il Palermo del nuovo presidente, Paul Baccaglini, italoamericano.
All’inizio della partita i rosanero tengono testa, poi i valori tecnici vengono fuori e la Roma vince per tre reti a zero.
L’ultima partita di giornata va di scena all’Olimpico di Roma tra Lazio e Torino.
Primo tempo equilibrato, seconda frazione tutta di marca biancoceleste. Risultato finale 3-1 Lazio.