Foggia non si accontenta. Nuovo obiettivo la Supercoppa

Dopo il ritorno in B, il Foggia non sembra più volersi fermare. Per Vacca e compagni la Supercoppa è un obiettivo da raggiungere, come già dimostrato nella prima gara disputata contro la Cremonese, sofferta e vinta in rimonta 3-1, che fornisce la fotografia della mentalità vincente dei satanelli.
Risultato finale che vanifica, così, tutte le chance di vittoria per la compagine lombarda, già sconfitta dal Venezia 2-1.
Andra dunque in scena la finalissima, al Comunale Pier Luigi Penzo, tra la compagine di Inzaghi ed i satanelli, questi ultimi favoriti sugli avversari. Alla banda Stroppa infatti, in virtù del gol in più, basterà strappare un pareggio per alzare la coppa.
I rossoneri devono ancora sciogliere qualche dubbio di formazione, soprattutto sugli esterni con Maza e di Piazza e Sarno e Chiricò che si contenderanno una maglia da titolare.

Assente per squalifica capitan Agnelli, oltre agli infortunati Faber e Martino.
Venezia che, intanto ha ritovato l’infortunato Malomo e il rientrante dalla squalifica Galli, dovrebbe schierarsi col solito 4-3-3, affidandosi ancora in attacco all’esperienza dello spagnolo Geijo.
Come ufficializzato dall’AIA, sarà l’arbitro Armando Ranaldi della sezione di Tivoli a dirigere la partita, coadiuvato dagli assistenti Maurizio Loni e Giuseppe Scarica.
Appuntamento quindi a sabato 27 maggio dove si preannuncia il tutto esaurito per un match che ha tutta l’aria di essere spettacolare.

Probabili formazioni                               
Venezia (4-3-3): Facchin, Zampano, Modolo, Domizzi, Garofalo, Soligo, Bentivoglio, Falzerano, Moreo, Geijo, Fabiano
A disposizione: Sambo, Vicario, Galli, Pellicanò, Cernuto, Fabris, Stulac, Acquadro, Tortori, Marsura, Ferrari, Caccavallo.

Foggia (4-3-3): Guarna, Loiacono, Martinelli, Figliomeni, Rubin, Gerbo, Vacca, Agazzi, Sarno, Mazzeo, Maza
A disposizione: Sanchez, Tucci, Angelo, Coletti, Dinielli, Pertosa, Sicurella, Deli, Pompilio, Chiricò, Di Piazza.

Antonio Citarelli