Foggia si coccola Vacca, il top player della Lega Pro

Foggia è ancora in festa per la promozione in serie cadetta, arrivata dopo 19 anni. Tra gli artefici della rinascita, un plauso va sicuramente ad Antonio Junior Vacca. Animo ribelle, divenuto noto ai più per la celebre frase “chiedi alle donne di Benevento se sono uomo”, costatagli un mese di squalifica, il ragazzo ha saputo rialzarsi e prendere per mano la squadra e guidarla alla vittoria finale Metronomo del centrocampo, dotato di tecnica impeccabile ed una tattica invidiabile, è capace di eseguire alla perfezione sia la fase di costruzione che d’interdizione. Il classe 90 è davvero l’uomo in più per la mediana rossonera.

Arriva a Foggia nel gennaio 2016, svincolatosi dalla Reggiana, e l’allenatore Roberto De Zerbi gli affida sin da subito le chiavi del centrocampo. Lo scugnizzo di Secondigliano ripaga la fiducia del mister a suon di prestazioni superiori alla norma, divenendo ben presto idolo dello Zaccheria.
Anche nella stagione successiva, con l’arrivo di Stroppa in panchina, la sostanza non cambia. Lui, Antonio Vacca, continua a stupire.
I numeri sono tutti dalla sua parte, concludendo la sua stagione con 34 presenze condite da due assist ed una rete, siglata nel match contro il Monopoli, conclusosi 4-1 in favore dei satanelli.
Dopo la vittoria del campionato, e la conseguente promozione della compagine rossonera, il classe 90 avrà modo di misurarsi in una categoria superiore e dimostrare, forse, di poter auspicare anche alla massima competizione.

Antonio Citarelli
Foto: Rebecca Zichella