Playoffs, Juve Stabia – Reggiana: osare per credere

Vigilia di playoffs in casa Juve Stabia. A diverse ore da quella che è, di fatto, la sfida che sancirà il passaggio agli ottavi di finale promozione di una fra Juve Stabia e Reggiana, nell’ambiente gialloblè è possibile percepire un misto tra euforia e trepidante attesa, quell’attesa che sembra non finire mai.

Domani i ragazzi di mister Carboni riceveranno, allo stadio ‘’Menti’’, la Reggiana; calcio d’inizio alle ore 20:30. Inutile fare calcoli, alla Juve Stabia serve una vittoria – ‘’Il momento sta per arrivare, il momento in cui bisognerà stringersi tutti attorno alla nostra squadra, attorno alla nostra Juve Stabia. È un momento davvero importante, le chances di superare questo turno ci sono tutte. Bisognerà essere tutti un unico corpo, squadra, dirigenti ed ovviamente tifosi, affinchè la nostra città trabocchi di entusiasmo e conduca la Juve Stabia nel posto che merita.’’ Queste, in sintesi, le parole del primo cittadino di Castellammare di Stabia, Antonio Pannullo, estrapolate dalle pagine de ‘’Il Mattino’’, a cui son seguite quelle di colui che i playoffs, alle falde del Faito, sa fin troppo bene come si vincono; un personaggio rimasto nel cuore di tutti, il condottiero del 19 giugno 2011: Piero Braglia.

‘’Fino a qualche settimana fa allenavo ed ho potuto seguire la Juve Stabia solo con i video delle partite, ma sono rimasto favorevolmente impressionato dalla squadra. In fondo, a Castellammare ho lasciato un pezzo del mio cuore, anni che non si possono dimenticare. La ricetta per il passaggio del turno? Sicuramente il Menti. Se Castellammare saprà riempirlo, dare al gruppo il suo calore, potrà essere un’arma in più. Ai calciatori posso solo dire di metterci il cuore laddove l’aspetto tecnico non consentisse di fare di più – per Braglia un appunto anche sull’attuale trainer delle Vespe, Guido Carboni – Conosco Guido da tanto, è un pragmatico che sa quello che vuole. Ricorda me? Beh, sarebbe bellissimo rivivere le emozioni dei playoff del 2011. Glielo auguro, è uno in gamba. Quanto a me, spero davvero che la Juve Stabia passi il turno, vorrei tornare al Menti per riassaporare il calore degli stabiesi.’’

Mario Miccio