45mila persone rimaste a “secco” nel napoletano, è caos a Pozzuoli

Incredibile ciò che è successo nella giornata di ieri, a Pozzuoli, in particolare nel megaquartiere di Monteruscello. Ben 45mila persone sono rimaste senz’acqua per tutta la giornata e il disagio continua anche in queste ore.
Tantissime le proteste da parte dei cittadini nei confronti di Vincenzo Figliolia, sindaco di Pozzuoli.

La risposta del primo cittadino non si è fatta attendere: “Il servizio idrico della Regione Campania ci ha ridotto improvvisamente la fornitura di acqua, causando in particolare problemi seri di approvvigionamento in tutta la zona di Monterusciello. Si tratta di una decisione scellerata, presa senza alcun preavviso da tecnici e dirigenti dell’ente regionale che mette in ginocchio 45 mila abitanti. Posso capire la siccità e l’emergenza idrica, ma non sono questi i modi di agire. Credo che andavano convocati tutti i sindaci per trovare una soluzione condivisa, come ad esempio una turnazione dell’approvvigionamento, che non penalizzasse in questo modo la nostra comunità. Mi metterò immediatamente in contatto con il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca per manifestargli il mio disappunto e cercare di trovare la migliore soluzione possibile per affrontare questa emergenza”.

Il problema continuerà, purtroppo, anche nei prossimi giorni, quando dalle ore 21 fino alle ore 6 del giorno successivo potrebbe mancherà nuovamente l’acqua, in seguito ad una riduzione idrica operata dal servizio regionale.
Una situazione drammatica per gli abitanti del napoletano, i quali dovranno affrontare questi primi giorni di intenso caldo senza il bene primario.