Juve Stabia, non solo Andrea Sottil. Sempre più vicina l’ipotesi Caserta

                                      Sembrerebbe il momento propizio per il suo esordio come primo allenatore
La Juve Stabia è un cantiere sempre più aperto. Le rassicurazione del presidente Manniello circa la prossima iscrizione al campionato di Lega Pro, o meglio Serie C dal prossimo anno, non bastano per far dormire sogni tranquilli ai tifosi delle Vespe.

Senza un allenatore e pochissime manovre di mercato, la situazione a Castellammare di Stabia non è tra le più serene degli ultimi anni. Negli ultimi giorni è stato accostato alla società gialloblu il nome di Andrea Sottil, giovane allenatore emergente con ottime esperienze sulle panchine di Paganese e Sirucusa. Un nome importante per la piazza e, soprattutto per il progetto giovani che ha intenzione di attuare Manniello. Con Sottil, saranno molti i ragazzi under 21 che giocheranno con la casacca delle Vespe. Ovviamente non si potrà ripetere la stagione di quest’anno, ma potrà essere sicuramente un ottimo punto di ripartenza per la Juve Stabia. L’opzione Sottil non è, però, l’unica. Salgano, infatti, anche le quotazioni di Fabio Caserta, uomo di fiducia di Manniello. Caserta, oltre ad essere stato un importante calciatore allo Stabia ( quattro stagioni tra serie B e Lega Pro, capitano e numero 10), in questi ultimi anni è rimasto fedele alla società studiando come secondo allenatore, prima di Totò Ciullo poi di Jimmy Fontana ed infine di mister Guido Carboni. Dopo tre stagioni da apprendista, Fabio Caserta sembrerebbe pronto a prendere la guida della Juve Stabia. Tutto si deciderà nei prossimi dieci giorni. Il presidente Franco Manniello ha il destino della società tra le sue mani. Prima l’iscrizione al campionato, la scelta del tecnico, il calciomercato. I tifosi sono ansiosi di conoscere il futuro della propria squadra.

Antonio Carlino