La sorpresa più bella della della Lega Pro si chiama Unicusano Fondi

Prima di parlare della cavalcata di questa stagione del Fondi, facciamo quattro passi indietro. 24 marzo 2013 il Fondi perde in casa contro la Vigor Lamezia per 3-0 e retrocede in serie D con sei giornata d’anticipo dopo un campionato fallimentare. Un anno e mezzo più tardi arriva una svolta importante per la società, il 22 ottobre 2014 l’Università telematica di Roma Niccolò Cusano acquista il Fondi, con ambizioni ben precise: tornare nel calcio che conta. Gli effetti del cambio di proprietà si intravedono dopo una stagione. Infatti, nel 2015-2016 il Fondi vince i playoff e la coppa Italia di serie D, e avendo un ottima classifica nella graduatoria dei ripescaggi, torna in Lega Pro dopo tre stagioni di assenza. L’università Cusano diviene, così il primo ateneo proprietario di una squadra di calcio professionista.

Con una rosa abbastanza giovane e con un valore di mercato pari a 2.7 milioni di euro, uno dei più bassi del campionato, l’Unicusano si appresta ad affrontare una stagione senza troppe aspettative visto il valore delle formazioni avversarie. Ma con il passare delle partite, e presa consapevolezza dei propri mezzi, il Fondi inizia a cullare il sogno playoff. Sogno che si concretizza negli ultimi turni di campionato, con la vittoria in casa contro il Catanzaro e il decimo posto in classifica. Un miracolo sportivo per una squadra che a stento sarebbe riuscita a salvarsi e che invece giocherà contro il Virtus Francavilla nel primo turno del post season.

Lo 0-0 in Puglia condanna gli uomini di Pochesci che abbandonano il sogno promozione ai danni di una formazione ben più strutturata. Nonostante ciò la stagione dei rossoblu resta strepitosa, e la ciliegina, probabilmente, oltre i playoff raggiunti è l’aver fatto 4 punti contro la squadra più forte della Lega Pro, il Foggia. (2-3 a Foggia, 2-2 a Fondi). Oltre i risultati sportivi, si sono messi in luce alcuni calciatori rossoblu, come ad esempio Ivan Varone, centrocampista classe 1992 autore di 3 gol in 36 presenze.  Varone è l’emblema di questa squadra, un ragazzo che ha avuto una crescità incredibile in tutto l’arco del campionato, proprio come tutta la sua squadra. La società Unicusano Fondi, dopo una stagione di alto livello, la prossima stagione aspira a posizioni più alte e magari puntare ad un sogno ancora più grande, la serie B.

Antonio Carlino