La villa del degrado: ogni sera una tonnellata di rifiuti poltrisce sulle panchine e nelle aiuole

E’ aspra polemica per la villa comunale di Castellammare, in cui ogni sera viene lasciata una tonnellata di rifiuti sparsi sulle panchine e a terra, ignorando completamente i bidoni che raccolgono la spazzatura.

L’azienda che si occupa di ripulire il lungomare e sgomberarlo, l’AM Technology, utilizza addirittura una spazzatrice intera per rimuovere tutti i rifiuti: si pensa che ne serve solo una per ripulire tutti i comuni della penisola sorrentina, per cui la quantità di immondizia che ogni sera viene lasciata a poltrire è tanta. Tuttavia la squadra messa a disposizione, 4 addetti di mattina e 4 di pomeriggio, riesce a cancellare l’inciviltà di chi passeggia e butta carte, bottiglie e bicchieri nelle aiuole e sulla grande panchina vista-mare.

Però le polemiche dei cittadini stabiesi sono tante, sono state perfino organizzate delle ronde per sorvegliare il lungomare, al fine di non ridurre in discarica una delle attrazioni più belle di Castellammare. Inoltre il comune ha indetto un bando che scade il 30 giugno per assumere una vigilanza privata che controlli, sorvegli e protegga il lungomare fino a mezzanotte.

Si sta facendo davvero di tutto per garantire le migliori condizioni per la villa ma non basta: i cittadini e tutti coloro che frequentano il lungomare devono impegnarsi per tutelarlo e rispettarlo.