Il prossimo avversario dell’Italia: la Spagna ai raggi X

Archiviata la pratica Germania con una buona prestazione, l’Italia sta preparando la prossima sfida, in semifinale contro la favorita di tutto il torneo: la Spagna. La rosa spagnola è di gran lunga quella con più talento, in particolar modo dalla mediana in su. Il reparto con più difficoltà è la difesa, con alcune disattenzioni di troppo, le quali, per ora, non hanno portato a risultati negativi.

Analizziamo, ora, la formazione tipo della “Rojita” che potrebbe scendere in campo contro l’Italia. Solito 4-3-3 per gli uomini di Albert Celades.

In porta giocherà, con ogni probabilità Arrizabalaga, portiere basco dell’Athletic Bilbao. Nella stagione appena terminata ha trovato anche il suo esordio in Liga, da titolare.
Sull’out di destra agirà Hector Bellerin, terzino destro dell’Arsenal. Titolare già da qualche stagione, Bellerin ha avuto una crescita esponenziale, diventando uno dei terzini più ricercati d’Europa. Ultima pretendente, il Barcelona.
Uno dei due difensori centrali è Jesus Vallejo. Prodotto del vivaio del Real Saragozza, Vallejo viene acquistato dal Real Madrid nel 2015. In questa stagione ha giocato in prestito nel Francoforte, collezionando 25 presenze. Grazie ad una buona stagione, il Madrid lo richiama dal prestito e punterà su di lui.

L’altro centrale difensivo è Jorge Merè, centrale dello Sporting Gijon. Gioca da ormai sette stagione nella squadra asturiana, diventandone una pedina importante. Le buone prestazione all’Europeo avranno attirato l’attenzione di alcune squadre in Spagna e in Europa.
Il terzino sinistro spagnolo sarà Josè Gayà, laterale mancino del Valencia. Cresciuto nel club valenciano, Gayà risulta essere uno degli uomini più esperti della Spagna, con tante presenze nella massima serie spagnola. Insieme a Bellerin, forma una delle coppie di terzini più interessanti d’Europa.

L’uomo davanti alla difesa è Marcos Llorente. Il lavoro svolto dal prodotto del vivaio Madridista risulta essere decisivo per il gioco spagnolo. Abbina, infatti, quantità ad un’ottima qualità, ed infatti Zidane, con ogni probabilità lo confermerà in rosa per la prossima stagione.
La mezzala destra sarà Saul Niguez, la stella del centrocampo spagnolo. Saul gioca ad altissimo livello, ormai, da tempo tra le fila dell’Atletico Madrid. Non c’è bisogno di nessuna presentazione, le sue qualità sono risapute e gli azzurrini di Di Biagio dovranno stare particolarmente attenti agli inserimenti dello spagnolo.
A completare la mediana è Denis Suarez, centrocampista in forza al Barcelona. Dopo tanti prestiti in giro per l’Europa, Denis quest’anno ha fatto ritorno alla base, disputando una stagione molto altalenante. Le qualità non si discutono, ma gli addetti ai lavori si aspettano molto di più da un talento cristallino come lui.

Da prima punta agirà Sandro Ramirez. L’attaccante ex Barcelona, gioca attualmente tra le fila del Malaga. Disputa una grande stagione, segnando anche contro la sua ex squadra. Autore di una sola rete in questo Europeo, la difesa azzurra dovrà stare attenta alla sua fame di gol.
L’esterno mancino sarà Marco Asensio, la vera stella di questo Europeo. Campione d’Europa in carica con il Real Madrid, il giovane talento spagnolo ha dimostrato di potersi confrontare con campione del calibro di Ronaldo, Bale e Benzema. Esordio da urlo in questo torneo con una tripletta messa a segno.
Sull’out opposto giocherà il capitano, Gerard Deulofeu. L’esterno ex Milan sarà uno degli uomini più pericolosi della Roja con la sua tecnica e la sua velocità. I difensori italiani lo conoscono bene e sicuramente metteranno ancora più attenzione su di lui.