Shock a Palermo: l’esame di maturità in corso potrebbe essere annullato

A Palermo si torna a scuola a luglio.

La notizia era nell’aria da qualche mese, ma in questi giorni potrebbe essere ufficiale. A Niscemi, in provincia di Caltanissetta, gli studenti correrebbero il rischio di abbandonare sdraio ed ombrellone e tornare tra i banchi nel mese di luglio.

A far nascere questa ipotesi è stata la rottura dei riscaldamenti in alcune scuole nel palermitano, nei mesi freddi di dicembre e gennaio. Gli studenti per tre mesi hanno anticipato la fine delle lezioni di 20 minuti.
Tutto ciò ha creato disagio in 1200 alunni e 120 professori. Proprio quest’ultimi hanno presentato ricorso alle istituzioni per il recupero di 60 ore di studio e il rimborso di 500 euro.

Nel caso in cui il ricorso dovesse essere accettato, gli alunni saranno costretti a frequentare la scuola una settimana a luglio, dal 17 al 24, e addirittura l’esame di maturità in corso potrebbero essere annullato e fatto ripetere.

Vicenda assurda, vissuta nel film “Immaturi”, dove i protagonisti hanno ripetuto l’esame di stato. Purtroppo, però, tutto questo è la realtà, e le vacanze per alcuni studenti potrebbero iniziare molto più tardi rispetto al resto dell’Italia.