Under 21: non basta un buon primo tempo dell’Italia. In finale ci va la Spagna

 Termina questa sera l’avventura dei giovani azzurri nell’Europeo under 21 in Polonia. Sconfitti dalla Spagna di Saul e Asensio, nonostante un primo tempo discreto dell’Italia.

Come citato, nella prima frazione di gioco, gli uomini di Gigi Di Biagio, hanno dimostrato personalità, risultando più incisivi nei tiri verso la retroguardia avversaria, oltre che qualità di palleggio e pressing a centrocampo. Degna di nota, la conclusione di Pellegrini, furbo ad avventarsi sul controllo a seguire di Petagna, concludendo poi sul primo palo, ma trovando le gambe del portiere Arrizabalaga.
La Spagna è parsa attendista sin dai primi minuti, subendo già al secondo minuto l’occasione avuta da Federico Chiesa, per poi iniziare a macinare gioco, trovando anche la traversa con Deulofeu su azione d’angolo.

Secondi 45′ che si aprono in maniera scoppiettante, con una Spagna concentrata e più propensa a giocare palla, brava a dimostrare cinismo nell’occasione del vantaggio iberico con l’inserimento di Saul, che di sinistro spedisce in fondo alla rete. Il match sembra complicarsi maggiormente quando Gagliardini si fa espellere entrando, da dietro, sulle gambe di un avversario. L’Italia non si perde d’animo e trova il pareggio con Bernardeschi al 62′ che giunge a limite dell’area, finta il tiro una prima volta, per poi concludere l’azione col tiro che termina alle spalle del portiere della Rojita. Gli Iberici però, sono bravi a sfruttare la superiorità numerica e riprendono il pallino del gioco, trovando altre due marcature siglate ancora da Saul che fissa il risultato sul 3-1 che chiude virtualmente la partita.

Escono a testa alta gli azzurrini di Di Biagio, giocando a viso aperto contro una squadra con un tasso tecnico nettamente superiore.

SPAGNA (4-3-3): Kepa; Bellerin, Vallejo, Meré, Jonny; Saul Niguez, Llorente, Ceballos (43′ st Oyarzabal); Deulofeu (38′ Suarez), Sandro Ramirez (33′ st Inaki Williams), Asensio. A disposizione: Sabata, Gaya, Mayoral, Blanco, Merino, Odriozola, Soler, Hernandez, Gonzalez. Allenatore: Albert Celades

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Rugani, Caldara, Barreca; Benassi (42′ st Garritano), Gagliardini, Pellegrini; Chiesa (16′ st Locatelli), Petagna (27′ st Cerri), Bernardeschi. A disposizione: Scuffet, Cragno, Ferrari, Pezzella, Biraschi, Grassi, Cataldi. Allenatore: Luigi Di Biagio

MARCATORI: st 8′ Saul Niguez, 17′ Bernardeschi, 20′ Saul Niguez, 30′ Saul Niguez