Ancora fiamme sul Vesuvio, gli ultimi aggiornamenti

 

Ore di intenso lavoro per squadre a terra e Canadair impegnati nello spegnimento degli incendi in Campania. Questa mattina si e’ registrata la ripresa di un focolaio in localita’ Montedoro a Torre del Greco  ancora in atto e definita ‘problematica’ per la presenza di venti settentrionali forti che, a tratti, hanno impedito agli elicotteri di alzarsi in volo. Per questo motivo sono entrati in azione tre Canadair nazionali insieme a squadre da terra. Alcune abitazioni, si apprende, sono state evacuate a causa dell’avanzare delle fiamme. Sui territori di Terzigno e San Giuseppe Vesuviano si registrano criticita’, in particolare nel ‘Vallone della Profica’ dove e’ ripreso il focolaio d’incendio a causa del rinforzo dei venti e si lavora anche a Sant’Anastasia e Gragnano.

Spento l’incendio a Barano di Ischia. A preoccupare, in queste ore, sono le fiamme sulla riserva naturale dello Stato nel cratere degli Astroni, Oasi Wwf, che sembrava domato ma stamattina ha riacquistato vigore. Gli elicotteri hanno ripreso ad operare incontrando difficolta’ a causa del forte vento. Per queste ragioni, fa sapere il Wwf, e’ stato richiesto l’intervento di un Canadair inviato da Lamezia Terme. Sulle fiamme e’ stato inviato anche un elicottero piu’ potente, meno sensibile al vento. Sempre a Torre del Greco, un incendio e’ in atto in viale del Commercio, ai confini con Ercolano. Sul posto, dove e’ presente un distributore di carburante, stanno operando i Vigili del Fuoco e la Polizia Municipale.