Castellammare: il rilancio del San Leonardo: polo di eccellenza Campano

Grande soddisfazione quest’oggi a Castellammare di Stabia per l’ospedale San Leonardo, con l’inaugurazione dei reparti di ostetricia e terapia intensiva neonatale, il rilancio di nefrologia e la riapertura della Tac dopo 4 anni.
Ospite d’eccezione Vincenzo De Luca, presidente della regione Campania, il quale è stato assegnato il compito di tagliare il nastro. «Da qui riparte la sanità campana, il San Leonardo diventa un punto di riferimento della buona sanità», sono le prime parole del Governatore. De Luca, ha incontrato e scambiato qualche parola con i pazienti, promettendo dieci posti in più al pronto soccorso ed a terapia intensiva, in modo da far diventare il San Leonardo «punto di riferimento della sanità campana».


«Abbiamo finalmente riattivato la Tac dopo 4 anni, poi abbiamo reparti nuovi come ostetricia e ginecologia, infine nefrologia è un’eccellenza che ci invidia tutta la Campania. Pensate che le tecniche vengono studiate anche in America. Mentre qui a Castellammare c’è il più alto numero di nati senza cesareo rispetto a tutta la Campania. Stiamo risollevando la sanità campana, con o senza nomina di commissàrio. Andiamo avanti senza guardare in faccia a nessuno» prosegue il presidente, lasciando intendere che la voglia di far bene c’è e le basi sono solide.
De Luca ha parlato inoltre, anche della mancata nomina del Governo, dichiarando «La nomina di commissario? Non mi strappo i capelli e non vivo con queste ansie», ed ancora «Non voglio fare alcuna polemica con il Governo, io dormo bene la notte, anche senza la nomina di commissario alla sanità».