Serie C: restano quattro squadre in corsa per l’iscrizione al campionato 2017/2018

La Maceratese dice addio alla Serie C. Per Messina, Mantova e Akragas non dovrebbero esserci problemi.

Il 7 Luglio era la scadenza per presentare la fideiussione per l’iscrizione al campionato di Serie C. Sono ancora, però, quattro le squadre che rischiano di non presentarsi ai nastri di partenza. Maceratese, Akragas, Mantova e Messina attendono in queste ore la risposta della COVISOC.

Nel caso in cui l’esito dovesse essere negativo, le società avranno tempo fino al 14 luglio entro le ore 19:00. Dopodiché la decisione finale spetterà al Consiglio federale, il quale il 20 luglio deciderà se ammettere o meno queste società al prossimo campionato di Serie C. Chi andrà incontro al fallimento si aggiungerà a Latina e Como e dovrà ripartire dalle serie minori del calcio italiano.

Tra le quattro squadre in corsa, la Maceretese è la società con meno speranze. Infatti, per il RestodelCarlino.it, i biancorossi, più che pensare alla Serie  C dovrebbero iniziare a pensare all’iscrizione in serie D. Anche in questo caso, però, la situazione resta complicata: servono nell’immediato 250mila e l’approvazione da parte del sindaco per la costruzione di una società.

Situazione molto meno complicato per le altre tre società immischiate in questa situazioni. Il Messina grazie al lavoro dell’avvocato Grassani è riuscito a risanare il bilancio per i parametri della Lega. Stesso discorso per il Mantova, dove il presidente De Sanctis ha tranquillizzato la piazza, assicurando l’iscrizione al prossimo campionato.

Solo l’Akragas rischia. Infatti con l’uscita dalla società di Marcello Giavarini, la situazione sembrerebbe esserci complicata. La speranza della piazza siciliana è il socio di maggioranza faccia dietrofront. Solo così il calcio ad Agrigento potrà continuare tra i professionisti.

Si attende la giornata di domani con ansia, per scoprire il destino di importanti realtà del nostro calcio. Con la speranza che le vittime del fallimento restino soltanto due (Latina e Como).