Givova Scafati, proficuo scrimmage con Virtus Arechi Salerno: Donnarumma nuovo Team Manager

Proficuo test amichevole per quanto riguarda la prima uscita ufficiale della Givova Scafati 2017/2018. Contro la Virtus Arechi Salerno (serie B), al PalaCoscioni di Nocera Inferiore (Sa), i due sodalizi hanno dato vita ad una buona contesa, conclusasi con il punteggio di 93-37 in favore dei gialloblù, con la modalità dell’azzeramento del punteggio al termine di ogni periodo (33-5; 18-9; 22-9; 20-14).
In partite del genere, il risultato finale lascia il tempo che trova. Nel caso di specie, infatti, ad affrontarsi sono state due compagini che occupano diverse categorie, con i secondi che hanno iniziato da pochissimo la preparazione atletica e hanno appena terminato di allestire da zero l’intero organico e lo staff tecnico. Era importante iniziare a conoscersi, provare i primi automatismi e coordinarsi tra i vari reparti. Compito questo che è apparso molto più semplice alla Givova Scafati, sia per i numeri e i nomi del proprio roster, sia per la continuità di un progetto che ha basi solide, provenienti dalla passata stagione agonistica. Coach Giovanni Perdichizzi ha avuto la possibilità di dare spazio in campo a tutti i suoi effettivi ed avere ottimi riscontri non solo dai veterani e dai due statunitensi in particolare, ma anche dai tanti giovani, che hanno lanciato segnali molto confortanti.
Prossima amichevole, sicuramente più impegnativa, quella prevista per mercoledì 30 agosto al Polifunzionale di Ariano Irpino (Av), contro la Sidigas Avellino (serie A).
Dichiarazione di coach Giovanni Perdichizzi:
”E’ stato un buon test, utile a rompere il ritmo degli allenamenti in questa prima dura settimana. Ci serviva per vedere l’atteggiamento dei ragazzi in campo e quelle poche cose che abbiamo messo a punto, uscendone soddisfatti. Abbiamo avuto risposte positive anche dai giovani, come Trapani, Romeo e Antonaci e conferme importanti dagli atleti che avevamo in organico già lo scorso anno, oltre che dai due stranieri, che hanno dimostrato di essere in buona forma. Riprendiamo ora gli allenamenti con la medesima intensità sfoderata finora, in attesa del prossimo test molto più impegnativo contro Avellino, imparando a crescere e a migliorarci giorno per giorno, settimana dopo settimana”.

Tabellino
Givova Scafati: Miles 15, Crow 13, Trapani 9, Romeo 6, Melillo, Ranuzzi 8, Ammannato, Antonaci 2, Pipitone 2, Santiangeli 21, Sherrod 17, Izzo n. e.. ALLENATORE: Perdichizzi Giovanni. ASS. ALLENATORE: Marzullo Alessandro.
Virtus Arechi Salerno: Beatrice, Cucco A. n. e., Babilodze 9, Mennella n. e., Datouwei, Bartolozzi 3, Iannicelli, Paci 6, Petrazzuoli 5, Cucco M. 5, Circosta 6, Leggio 3. ALLENATORE: Paternoster Antonio. ASS. ALLENATORE: Caccavo Giuseppe.
Note: Parziali: 33-5; 18-9; 22-9; 20-14.

Avvicendamento per quanto concerne il ruolo di team manager in casa Scafati Basket. Il nuovo team manager della Givova Scafati sarà Francesco Donnarumma: subentrerà nel ruolo a Dario Catapano, costretto a lasciare per motivi personali. Nato il 17 marzo del 1986, Francesco Donnarumma è molto conosciuto nell’ambiente scafatese per aver ricoperto il ruolo di allenatore dei settori giovanili di Pro Loco Scafati (dal 2009 al 2014, sia in veste di assistente di coach Giancarlo Caso, che di capo allenatore del settore giovanile e del settore minibasket, aggiudicandosi anche il titolo regionale under 13 nel 2013/2014) e Basket Scafati 1969 (dalla stagione 2014/2015 fino alla scorsa, sia in veste di assistente di coach Antonio Petillo, raggiungendo la finale under 18 elite, che di capo allenatore del gruppo under 16 regionale), ottenendo buoni risultati.
E’ alla sua prima esperienza nel delicato ruolo di team manager (farà un breve periodo di affiancamento a Dario Catapano), ma la conoscenza dell’ambiente, delle persone e del mondo della pallacanestro gli consentiranno senza dubbio di avere la strada spianata per riuscire ad adempiere nel migliore dei modi all’incarico che gli è stato assegnato.
Dichiarazione del neo team manager Francesco Donnarumma:
”Sono onorato di far parte di questa società. E’ come se mi sentissi a casa, perché è da tempo che sono nell’ambiente scafatese da allenatore del settore giovanile. Ringrazio patron Nello longobardi per la fiducia accordatami, che spero di poter ripagare nel migliore dei modi. Voglio crescere nel settore e provare a fare carriera”.