Avellino, pari agguantato nel finale. Venezia gelato

Sembrava essersi messa nel peggior modo possibile la partita per l’Avellino, ma la formazione di casa è riuscita a rimediare alla disattenzione.

Nella prima frazione è la squadra irpina a rendersi più pericolosa verso la porta di Audero, con le occasioni sciupate da Castaldo e la straordinaria forma di Bidaoui. I Veneti creano pochi grattacapi a Radu, ma i biancoverdi hanno rischiato la beffa al 18′ con l’opportunità sciupata da Falzerano che calcia sul fondo da buona posizione.

Nei secondi 45′, i padroni di casa si portano in avanti alla ricerca del vantaggio, ma la difesa ospite è attenta. Il Venezia cerca di far male l’Avellino in contropiede, ma viene premiata con la rete di Moreo su un corner. I biancoverdi cercano una reazione e riescono a trovare il gol del pari all’87’ ancora su azione d’angolo. È bravo D’Angelo che, su assist di Molina, batte Audero di testa.
Il match, dopo aver regalato gli ultimi dieci minuti al cardiopalma, termina in pareggio.

 

Il tabellino:

Avellino (4-4-1-1): Radu; Pecorini (14′ st Laverone), Kresic, Migliorini, Ngawa; Molina, D’Angelo, Di Tacchio, Bidaoui (24′ st Camarà); Morosini (29′ st Ardemagni); Castaldo.
All. Novellino.

Venezia (3-5-2): Audero; Andelkovic, Modolo (9′ pt Cernuto), Domizzi; Zampano, Falzerano, Stulac (42′ st Signori), Suciu, Del Grosso; Zigoni (29′ st Geijo) , Moreo.
All. F. Inzaghi.

Arbitro: Pezzuto

Marcatori: 81′ Moreo, 87′ D’Angelo.

Ammoniti: 91′ Castaldo