Capodichino, al via la Ztc e via al cronometro

Entra in vigore anche a Capodichino la Ztc, una formula già in vigore in altri aeroporti italiani per evitare traffico e rallentamenti. Al gate sarà applicata una telecamera, il quale ha il compito di controllare l’ingresso delle automobili, facendo scattare un cronometro. Qualora il veicolo sosterà oltre i dieci minuti, sarà oggetto di ammenda dal valore di ottanta euro.
La Gesac, società che si occupa della gestione dello scalo napoletano, ha già comunicato la novità, distribuendo delle singolari brochure, denominate “un bacio al volo”, in cui sono spiegate tutte le informazioni, indicando anche aree specifiche dove fermarsi con i mezzi di trasporto per salutare amici e parenti.
C’è una scena singolare avvenuta all’aeroporto di Capodichino, frutto della Ztc. Giunge al varco un’Opel Corsa, come riporta l’edizione odierna de il Mattino, con a bordo due ragazzi. Il giovane è preparato e sa che non può stare all’ interno dell’area per più di dieci minuti. Estrae un trolley giallo dal bagagliaio, ponendolo dinnanzi la fidanzata, che, in lacrime, gli chiede un bacio. Il compagno che è a conoscenza del cronometro, corre dalla giovane, dandole solo un bacio a stampo per poi andare via.


Le multe, infatti, saranno molteplici, almeno all’inizio, come avvenuto già in altri scali d’Italia. Dopo numerosi test effettuati nei mesi scorsi, ora le telecamere sono perfettamente funzionanti e già in uso. Se l’auto oltrepasserà il minutaggio consentito, sarà informata la polizia municipale, che avrà il compito di individuare il soggetto della trasgressione e inoltrare la sanzione. Gli incassi saranno percepiti interamente dal Comune di Napoli.