Caserta. Picchiarono una nigeriana a seguito di una rapina andata male: arrestati

Caserta.Tentano di scippare la borsa ad una connazionale e vengono arrestati. Ad essere protagonisti del tentato furto due nigeriani, connazionali della donna, ospiti in Centri Temporanei di Accoglienza ubicati nell’Alto-Casertano, nei comuni di Vairano Patenora e Teano. La vittima riportò contusioni su tutto il corpo. I due, Emmanuel Ogbonna, 31 anni, ospite del Cta “La Villetta” di Vairano e il connazionale Amos Idor di 22 anni, domiciliato presso il Cta della frazione Carbonara di Teano, sono stati raggiunti da un’ordinanza di custodia cautelare dal gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere emessa su richiesta della Procura che ha coordinato le indagini. I fatti risalgono allo scorso 20 giugno. I due nigeriani incrociarono la connazionale, le si avvicinano e la aggrediscono con violenza colpendola con calci e pugni. Provano a sottrarle la borsa in cui c’erano il cellulare e pochi spiccioli. Il colpo pero’ non riesce perche’ la donna riesce a svincolarsi. Alcuni cittadini italiani presenti, avvisarono prontamente i carabinieri e riuscirono ad evitare ulteriori atti di violenza.