Castellammare. In un mese sette mezzi bruciati ed è allarme sicurezza

Castellammare di Stabia. Sono ben sette i mezzi bruciati fino ad oggi. Uno scooter, due auto e quattro vetture, questo è il bilancio da agosto ad oggi. Un numero alto che fa insospettire gli investigatori. Il primo raid avvenne nella serata di Ferragosto, in quell’occasione fu dato alle fiamme il furgone di un figlio di un pregiudicato. Dopo pochi giorni toccò ad una Reanult Clio abbandonata in Via Salita San Giacomo, ancora dopo alcuni giorni toccò ad una Fiat Panda a Madonna della Libera. Da quella macchina furono prese le targhe utilizzate dai killer che uccisero Antonio Fontana, lo scorso 8 luglio ad Agerola. Il 22 agosto fu data alle fiamme un’ Alfa Romeo 147. Nella serata di ieri l’ultimo episodio: uno scooter che ha coinvolto anche due auto in via Surripa. Gli investigatori stanno cercando di capire se questi eventi siano collegati oppure no.