Castellammare. E’ notte fonda: Pannullo riunisce gli ultimi fedelissimi, intesa tra Area Civica e Centrodestra

Castellammare di Stabia. La crisi di Palazzo Farnese sembra non trovare una fine. Anche questa sera nella sede comunale luci accese oltre l’orario consueto. Il Primo Cittadino, Antonio Pannullo, ha riunito gli ultimi fedelissimi che, in questi momenti, stanno discutendo sul futuro di questa Amministrazione. Facce scure e stati d’animo tormentati per gli esponenti del Partito Democratico. L’intenzione della fascia tricolore è quella di dimettersi per dare un forte segnale ai consiglieri comunali di Area Civica i quali chiedono un azzeramento totale della Giunta. Quella di stasera doveva essere una riunione di coalizione, all’ appello è mancato il gruppo di Antonio Alfano, i consiglieri di Area Civica e Rosario Cuomo. In questi istanti al secondo piano ci sono Roberto Elefante, Giusy Amato, Francesco Iovino, Rosanna Esposito e Giovanni Nastelli e Pino Rubino. Si è poi aggiunto al tavolo Eduardo Melisse, presidente del Consiglio Comunale. Area Civica, dal canto suo, è pronta a passare con il centrodestra. Visioni comuni quelle dei due blocchi politici: ciò si evince dai documenti emanati i quali hanno molti tratti simili. Intanto a Via Mazzini, nei pressi del comune, sono stati visti l’ex senatore Nello di Nardo , ex coordinatore regionale della Protezione civile che in molti danno verso il centro destra come prossimo candidato alle elezioni politiche e il consigliere comunale Nino Giordano uno dei protagonisti dell’area centrista. Una vera e propria partita a scacchi quella che si sta giocando in queste ore. Chi cascherà nel tranello dello “scacco matto”?
Catello Esposito