Il Cosenza non brilla, termina pari al ”Marulla”

Ancora fischi per il Cosenza che nemmeno contro l’ Andria riesce a portare a casa la prima vittoria in campionato. Fontana, forte dei progressi visti a Matera sceglie di mandare in campo la formazione che in Basilicata ha conquistato il primo punto stagionale. Pertanto dà fiducia a Baclet in attacco e a Dermaku in difesa, con Palmiero ancora preferito a Loviso.
Il Cosenza dopo una prova non proprio positiva riesce a strappare in extremis un punto davanti al proprio pubblico grazie ad una rete di Pascali al 94’ che pareggia il conto dopo il vantaggio dell’Andria al 72’ con Croce. Il primo tempo si conclude in parità con un Cosenza altalenante che solo al finire della prima frazione di gioco prova a creare qualche occasione.

Nella ripresa il Cosenza cerca di portarsi in avanti senza però costruire delle vere e proprie occasioni pericolose e l’Andria ne approfitta con Croce passando in vantaggio su calcio di punizione. Arriva solo nei minuti di recupero il pareggio di Pascali che al 94′ regala un punto d’oro ai calabresi.
Un punto che consente al Cosenza di evitare la figuraccia ma non di uscire tra i fischi dal Marulla.

Cosenza 1 – Fidelis Andria 1
27′ st Croce (A), 49′ st Pascali (C)
COSENZA (4-3-3): Perina; Idda, Dermaku, Pascali, Pinna; Bruccini, Palmiero (33′ st. Calamai), Mungo (33′ st. Liguori); Caccavallo, Baclet (20′ st. Mendicino), Tutino (12′ st. Statella). A disp.: Saracco, Corsi, Boniotti, D’Orazio, Pasqualoni, Loviso, Collocolo. All.: Fontana
FIDELIS ANDRIA (4-3-3): Maurantonio; De Giorgi, Allegrini (41′ pt. Tiritiello), Ionut Rada, Curcio; Matera, Quinto, Piccinni; Lattanzio (31′ st. Scaringella), Croce (21′ st. Nadarevic), Barisic (31′ st. Esposito). A disp.: Cilli, Pipoli, Menicucci, Paolillo, Bottalico. All.: Loseto
ARBITRO: Curti di Milano
NOTE: Spettatori circa 2000. Espulsi: – ; Ammoniti: Palmiero (C); Angoli: 5-2; Recupero: 3′
Massimiliano Esposito