De Laurentiis sullo scudetto: ”A casa ho una teca piena di corni”

“Lo scudetto? Ho una teca piena di corni a casa mia che conservo gelosamente. Si dice che non bisogna farli vedere perché si scaricano, ma a me piace farli vedere e caricarli dell’indivia altrui”. Sono le parole del presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, a Radio 24 da Los Angeles, sulla corsa scudetto. Il numero uno del Napoli ha anche parlato del meraviglioso gol di Mertens. “Non me lo aspettavo. Ho visto che si girava e poi ho visto questa palla entrare nell’angolo destro della porta. Sono rimasto basito, incantato. Ho sublimato questa sensazione gustandola olfattivamente sulle papille per qualche minuto, non ci credevo, era molto bello.

Ogni tanto mi portavano il caffè fatto con la moka e una miscela di Torre Annunziata particolare e non mi accorgevo più di quanti caffè stavo bevendo, e ad un certo punto mi sono venute anche le palpitazioni con questo gol meraviglioso. Se gli farò un regalo speciale? Ce lo ha già fatto lui a noi, sarebbe una cafonata dover rispondere al regalo con un regalo”, ha aggiunto De Laurentiis. Il presidente del Napoli tornando poi sull’Assemblea di Lega di oggi a Milano ha aggiunto: “In Lega parteciperò attraverso i miei rappresentanti, purtroppo De Siervo è cocciuto: quando gli dissi di non presentare per l’Italia il bando perché non c’erano le condizioni in quel momento, lui disse che io ero un milionario e invece questa asta è andata malissimo. Si fanno troppe chiacchiere, ci vogliono i fatti perché noi siamo un’industria, l’industria del calcio”.