Foggia. Banco di prova contro il Palermo, Stroppa in bilico

Il Foggia reduce da due sconfitte e un pareggio si prepara per la partita di sabato contro la squadra di Bruno Tedino. Questa volta i rossoneri giocheranno in casa sperando di ritrovare quell’equilibrio perso. Nella giornata di ieri Agnelli, Vacca e Stroppa hanno partecipato alla riunione con la società tenutasi alla Tamma. Anche se il Presidente, in un’ intervista esclusiva ai colleghi di TuttoCalcioPuglia.com, ha smentito l’eventuale esonero del tecnico, nei fatti sembrerebbe in bilico la permanenza di Stroppa sulla panchina rossonera, soprattutto dopo le sue pubbliche ammissioni di colpa per le prestazioni della squadra. Tre partite e solo un punto: lo spogliatoio deve ritrovare unità come ha sempre dimostrato di avere soprattutto nella passata stagione.
Delle tre giornate sicuramente l’ultima ad Avellino è stata quella più buia per i rossoneri che non hanno espresso gioco in campo e gestito completamente male la partita. Dopo i tre fischi finali uno Stroppa deluso è andato sotto il settore ospiti e portandosi la mano al petto ripeteva “È colpa mia, è colpa mia”.
Il Presidente, conscio dell’ ambiente ormai teso, ha voluto rivolgere un appello ai tifosi: “Al pubblico mi sento di dire di continuare assolutamente a sostenere la squadra. Ho apprezzato moltissimo i tifosi, devono continuare ad essere il dodicesimo uomo in campo. Usciremo da questa situazione senza ombra di dubbio”.