Gennarino Esposito cucinerà per i Rolling Stones: ”Un’emozione unica”

Gennaro Esposito, classico nome napoletano, è uno chef della Torre del Saracino di Vico Equense. La particolarità di Esposito, oltre alla grande bravura ai fornelli, è quella di cucinare alle star. Questa volta saranno i Rolling Stones ad assaggiare le pietanze cucinate dal napoletano, in occasione del concerto del 23 settembre a Lucca. Quest’occasione è nata grazie a Mimmo D’Alessandro, l’organizzatore dell’evento musicale, il quale ha riposto piena fiducia nelle doti culinarie di Gennaro.

Lo chef, intervistato dal collega Gimmo Cuomo, ha paragonato ognuno dei membri della Rock Band ad un piatto: Mick Jagger, risotto al limone con pomodoro, un piatto ribelle che unisce due acidità, un piatto graffiante ed insolente ma anche dolce e suadente, un pò come la personalità di Jagger.

Per quanto riaguarda, invece, Keith Richards, Esposito lo paragona alla seppia, “un piatto difficile che spacca la platea”. Charlie Watts è una minestra di pasta con pesci di scoglio e crostacei, un piatto che piace anche ai bambini, afferto lo chef. Infine, a Ron Wood, dedica uno spaghetto con la colatura di
alici, pesto di pistacchi e con salsa di fegato di calamaro, un piatto “psichedelico”.

Un sogno vero e proprio per Esposito, per gli amici “Gennarino”. Cucinare per delle leggende del genere come i Rolling Stones non è da tutti. Ora il suo obiettivo è un altro: fa assaggiare i suoi piatti ad uno dei piu grandi registi della storia del cinema, Quentin Tarantino.