Giugliano. Bancarotta fraudolenta, tre persone ai domiciliari

Giugliano. I militari del Nucleo di Polizia Tributaria napoletana hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di tre persone indagate a vario titolo per bancarotta fraudolenta. Le Fiamme gialle hanno anche proceduto alla sottoporre a sequestro preventivo le quote societarie delle quattro aziende facenti capo allo stesso gruppo imprenditoriale operante nel comune di Giugliano.
Secondo le ipotesi accusatorie, gli indagati per sottrarsi al pagamento di crediti e imposte, accertate a seguito di verifica fiscale nella quale veniva constatata una frode fiscale di circa 15 milioni di euro distraevano dalla massa fallimentare risorse economiche pari a circa 5 milioni di euro. Secondo le prime indagini il quadro che ne è emerso è che gli indagati hanno effettuato operazioni societarie straordinarie, ricorrendo anche ad una scissione societaria con successiva vendita di quote a soggetti formalmente terzi, ma di fatto riconducibili allo stesso nucleo familiare. Gli imprenditori, dopo aver scorporato parte del patrimonio della società fallita hanno rimesso gli stessi nella disponibilità della medesima società, generando un aumento di voci di costo in bilancio.