Juventus cinica e letale: 3-0 al Chievo con un super Dybala

Nessun rischio di rinvio all’Allianz Stadium, nonostante la continua pioggia. Molti sono gli assenti per la Juventus. Allegri opta per un 4-3-3: in porta ci sarà Szczesny. La fascia di capitano è affidata a Lichtsteiner.
Rolando Maran invece opta per 4-3-1-2.

La Juve parte molto alta. Subito un’azione pericolosa dei padroni di casa con Sturaro che riceve una sponda di Higuain, ma la palla è altissima. Tre minuti dopo una piccola risposta dei veronesi con Radovanovic che tira dalla distanza ma la palla esce a lato.
Al 16′ fallo di mano di Hetemaj e punizione per la Juve. Sempre Hetemaj devia di testa il tiro di Pjanic per anticipare un avversario ma la palla finisce in porta. Si sblocca la partita: Juventus in vantaggio.
Al 23′ un tiro-cross di Lichtsteiner mette in allerta Sorrentino, palla in calcio d’angolo.
Al 25′ Szczesny respinge non benissimo un tiro potente di Radovanovic su calcio punizione, la sfera termina in angolo grazie ad un buon intervento di Benatia.
Dal calcio d’angolo per i veronesi, si passa ad un contropiede fulmineo della juventus: Higuain si avvia verso l’area di rigore dopo un perfetto lancio di Matuidi, l’argentino scarica verso Pjanic, il bosniaco calcia ma Sorrentino è super.

Dopo i 30 minuti è una partita abbastanza tranquilla con i bianconeri in pieno controllo del match ma senza mettere troppo in difficoltà gli ospiti.
Al 39′ Radovanovic prova un tiro da fuori ma la palla finisce in alto.
Al 40′ clamorosa occasione persa per il Chievo: Pucciarelli rovescia a per Castro che manca un facile stop nei pressi di Szczesny e la palla finisce sul fondo.
Niente recupero nel primo tempo, le squadre vanno negli spogliatoi.

Inizia il secondo tempo.
Quella di adesso è di certo una Juve che non brilla.
Al 52′ entra con il numero 10 Paulo Dybala ed esce Douglas Costa. La Juve alza il pressing.
Al 57′ occasione clamorosa persa per Gonzalo Higuain prova un tiro su sponda di Mandzukic, ma Dainelli respinge.
Subito dopo ancora Higuain che, su assist di Pjanic, con un tiro di destro buca la rete. È 2-0 per i bianconeri.
Prova ad attaccare il chievo e al 65′ guadagna una punizione battuta da Birsa ma la palla finisce sul fondo di pochissimo.
Dybala prova un pericoloso tiro di sinistro in diagonale dall’interno dell’area e la palla sfiora quasi il palo. L’argentino è molto in forma. Il nuovo numero 10 ha di fatto cambiato l’inerzia della partita.
Si ripresenta un’occasione per il Chievo al 77′ con Pellissier su cross di Birsa, tira di testa e va vicino al goal. 
Prima ammonizione italiana per Matuidi al 79′. Punizione da una posizione favorevole per il Chievo. Sul punto di battuta Birsa, ma la palla esce fuori al lato sinistro di Szczesny.
Entra Bentacur, dopo l’infortunio di Mandzukic, che subito recupera un prezioso pallone e passa a Dybala che segna il terzo goal della partita.
La pioggia costante non ferma una Juve che crea diverse occasioni da goal.

Dopo tre minuti di recupero finisce Juventus – Chievo Verona. Altri 3 punti per la squadra di Massimiliano Allegri che resta al comando della classifica. Ora però testa a mercoledì, dove i bianconeri saranno impegnati per la sfida di Champions League contro il Barcellona.

Rebecca Zichella