Notte fonda per il Benevento, il Crotone vince 2-0 la sfida salvezza

Il Benevento perde per la sesta volta in campionato, su sei partite di serie A. E se nelle due precedenti aveva l’alibi di giocare contro seconda e terza forza del campionato, contro il Crotone non poteva e non doveva sbagliare. Ma anche in questo caso, la prestazione è stata insufficiente anche contro una squadra, forse, inferiore dal punto di vista tecnico.

Il problema, evidentemente, è di natura psicologica. I giallorossi per tutta la prima frazione non hanno mai calciato verso la porta di Cordaz, e sono andati più volta vicini allo svantaggio, con Gravillon che salva sulla linea di porta un tiro di Stoian al 12′ e per circa 40 minuti il copione è sempre lo stesso, fino al vantaggio meritatissimo di Mandragora al 43′ con una conclusione che si spegne all’incrocio dei pali.
La ripresa parte ancor peggio per i Sanniti e al 58′ Rohden porta sul 2-0 i suoi. Gli uomnini di Baroni provano a reagire, ma le sortite offensive del Benevento non hanno nè capo nè coda, e allora Cordaz ha sempre gioco facile.

La svolta potrebbe arrivare a dieci minuti dal termine: l’arbitro fischia un calcio di rigore a favore dei campani. Sul dischetto si presenta Viola, forse il più talentuoso dei suoi, ma il suo tiro finisce sul palo. Un rigore calciato male, ma non si tratta solo di sfortuna e quest’episodio conferma la cattiva condizione psicologica di tutta la squadra, mai tranquilla nei momenti clou delle partite.
Per risolvere questo problema, purtroppo, bisognerà dare una svolta e solitamente chi paga è sempre l’allenatore, e nonostante la fiducia da parte della società Marco Baroni da domani potrebbe non essere più il mister del Benevento, pur non avendo tutte le colpe per questa situazione diventata ormai insostenibile.

Crotone˗Benevento 2-0: TABELLINO
MARCATORI: 43′ pt,  Mandragora; 13′ st, Rohden

Crotone (4-4-2): Cordaz, Sampirisi, Ajeti, Ceccherini, Martella (26′ st, Crociata); Rohden, Mandragora, Barberis, Stoian (24′ st, Faraoni); Trotta, Tumminello ng(2′ pt, Simy). A disposizione: Festa, Viscovo, Cabrera, Pavlovic, Simic, Kragl, Romero, Izco, Crociata, Budimir. Allenatore: Davide Nicola

Benevento (4-4-2): Belec, Venuti, Costa, Gravillon (18′ st, Letizia), Di Chiara; Lombardi, Cataldi, Memushaj(13′ st, Viola), Lazaar (8′ st, Parigini); Coda, Puscas 5.5. A disposizione: Brignoli, Piscitelli, Gyamfi, Del Pinto, Chibsah, Kanouté, Armenteros. Allenatore: Marco Baroni

ARBITRO: Daniele Orsato di Schio