Sakarya Büyükşehir Basketbol si aggiudica l’ottavo Trofeo ”Irtet”

Si chiude con la vittoria di Sakarya Büyükşehir Basketbol l’ottava edizione del consolidato Trofeo ”Irtet” organizzato dall’Associazione Eventi Casertani. Il team turco, come noto, ha preso il posto della JuveCaserta, non ammessa in Lega A e di fatto non iscritta per quanto concerne il prossimo campionato, ed ha battuto nel corso dell’evento prima la Virtus Segafredo Bologna ed in finale la Sidigas Scandone Avellino con il punteggio di 81 – 77.

L’evento cestistico, tenutosi per l’occasione al Palasport ”Angioni-Caliendo” di Maddaloni, ha visto confrontarsi roster del calibro di Virtus Bologna, Scandone Avellino, Sakarya Basketbol e New Basket Brindisi.

Nelle prime due semifinali, si sono affrontate Avellino con Brindisi e Virtus Bologna con Sakarya Basketbol.

 

pSakarya e Scandone Avellino sono state le squadre che sono approdate in finale ed hanno dato vita ad un match intenso e ricco di emozioni. Buon test per entrambi i roster, a caccia di conferme ed ambiziosi.

Avellino vuole bissare e, se possibile, far meglio delle semifinali scudetto raggiunte lo scorso anno e, contestualmente, andare quanto più avanti possibile in Basketball Champions League mentre i turchi di Sakarya, società nata soltanto quattro anni fa, si ritroveranno a giocare nella massima lega turca dopo la vittoria dei playoff in estate. La finale dell’ottavo Trofeo ”Irtet” ha visto trionfare, in volata, proprio Sakarya con il punteggio finale di 81 – 77. MVP dell’evento l’ala grande serba di Sakarya Basketbol ed ex Košarkarski Klub Union Olimpija Nikola Janković.

Sidigas Avellino – Sakarya Büyükşehir Basketbol 77 – 81

SIDIGAS – Zerini 7 , Wells 11, Fitipaldo 12, Bianco ne, Abrescia ne, D’Ercole 3 , Leunen 13, Scrubb 11, Petronella, Rich 20, Parlato .
All. Sacripanti
SAKAYARA – Jones 11, Jankovic 19, Sanli, Birsen 7, Ozdogan 8, Korkmaz 6, Fall 8, Dorsey Harris 9, Gonlum 4, Kirkali ne, Tufan 2, Pryor, Boothe 7.
All. Ernak
ARBITRI: Caizza, Belfiore, Napolitano
PARZIALI: 16-24; 19 -22, 20 -17; 22 – 18

di Mario Miccio