Terremoto Ischia: Blitz dei carabinieri, sequestrati 17 immobili

Un blitz dei Carabinieri ha portato al sequestro di 17 immobili nell’ambito dell’inchiesta sul terremoto che ha colpito lo scorso 21 agosto l’isola di Ischia. Tutte le strutture interessate sono situate nella cosiddetta zona rossa di Casamicciola, ma potrebbe non finire qui. Difatti le forze dell’ordine stanno indagando anche su possibili edifici costruiti abusivamente nel comune limitrofo di Lacco Ameno. La confisca è avvenuta mediante i pm Michele Caroppoli e Maria Teresa Orlando, scrivendo nel decreto: “I concreti elementi indizianti in ordine alla sussistenza del reato di disastro colposo sussistono dalla circostanza che il crollo degli edifici si e’ verificato a seguito di scossa tellurica di non rilevante intensita’, laddove la gran parte degli edifici ubicati nel medesimo contesto geografico ha resistito alla sollecitazione sismica, di tal che puo’ ipotizzarsi che il cedimento degli immobili segnalati possa essere scaturito, alternativamente, da difetti di costruzione degli stessi, dalla esecuzione di interventi non autorizzati volti ad alterare l’originario corpo di fabbrica e/o dalla esecuzione, anche in zone limitrofe, di opere in grado di minare la stabilita’ degli edifici stessi”