Castellammare. Donna muore al pronto soccorso, figlia distrugge macchinario: aperta un’inchiesta

Castellammare di Stabia. Muore dopo alcune ore di ricovero in barella e la procura apre un’ inchiesta. La vittima è una pensionata 79enne di Pompei che si era recata all’ ospedale San Leonardo perché accusava dei malori. Era stata così ricoverata, secondo quanto previsto dal nuovo protocollo ASL, su una barella. La donna è stata sottoposta a diversi controlli medici durante il suo ricovero. Dalla documentazione medica è emerso che da pochi giorni era stata sottoposta anche ad un intervento chirurgico alla colecisti e che soffriva di scompensi cardiaci. La donna, dopo ore di ricovero, è stata colpita da arresto cardiaco. Non sono serviti i tentativi di rianimazione da parte dei medici che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso della 79enne. Tanta la rabbia e lo sconforto tra i familiari, tanto che la figlia ha distrutto un cardiolino. Invece un infermiere, nel recuperare i pezzi del macchinario, si è ferito. Intanto la salma è stata posta sotto sequestro, cartella clinica sotto sequestro, si attende l’autopsia.
Clicca mi piace alla nostra pagina Facebook e resta sempre aggiornato sulle notizie dalla Campania