Legge Elettorale: la Camera approva il Rosatellum

Roma. La Camera dei deputati approva Rosatellum con 375 si’ e 215 no. La legge elettorale va, come da iter, in Senato. L’aula di Montecitorio si trasforma subito dopo il via libera al testo. Da tesa e silenziosa si divide a meta’: esultanza nei banchi del Pd e palese delusione dalle parti della sinistra e del Movimento 5 Stelle. Dopo aver applaudito a lungo, il capogruppo Ettore Rosato che a questa riforma ha dato il suo nome, i Democratici si sono alzati in piedi battendo le mani e gridando di esultanza. Sguardi bassi e nessun commento soprattutto tra i 5 Stelle, alcuni dei quali restano seduti al proprio posto mentre l’emiciclo comincia a svuotarsi. Capannelli tra i Democratici che si fanno i complimenti a vicenda e vanno ad abbracciare Rosato che resta in piedi vicino al suo scranno sorridente come non mai.

Il deputato Rosato (da cui viene il nome della legge ndr): “Rivendico di aver fatto una legge con una maggioranza trasversale ampia, tra avversari e non tra nemici. Perchè abbiamo la responsabilità di non trasformare la politica in una guerra”. Lo ha detto Ettore Rosato in Aula annunciando il si del Partito Democratico.