Napoli, tentato omicidio ex moglie: 14 anni per Giuseppe Antonucci

È stato condannato a 14 anni di reclusione Giuseppe Antonucci, l’uomo che, in preda ad un raptus di gelosia, tentò di uccidere l’ex moglie e l’attuale compagno al Centro Direzionale lo scorso 12 gennaio. La tragedia è stata evitata solo per il malfunzionamento della pistola. Difatti, dopo i primi tre colpi esplosi, l’arma si era inceppata, non consentendo ulteriori spari.

Il Gup ha inoltre non ha riconosciuto la seminfermità mentale dell’uomo.
L’individuo, che ha già precedenti penali per ricettazione e violenza privata, non era nuovo ad atti del genere. Difatti, era già stato ritenuto responsabile di omicidio colposo della prima moglie, Loredana Esposito, uccisa nel 1991.