Sant’Antonio Abate. Relazione finita, lei pretende 2mila euro di ”buonauscita”

Un amore finito tra i due ma lei ha preteso una buonuscita di 2mila euro e quando l’uomo gliel’ha negata la donna, aiutata da due pregiudicati, ha iniziato a pedinarlo, pestarlo e rapinarlo. E’ una storia che va avanti da un bel po’ di tempo ma che è terminata ieri quando i carabinieri di Nocera Inferiore insieme a quelli di Castellammare di Stabia hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di misura cautelare emessa dal GIP di Nocera Inferiore a carico dei tre: due uomini e una donna tutti gravati da precedenti di polizia e residenti a Sant’Egidio del Monte Albino, Sant’Antonio Abate e Lettere. I terzetto è accusato di concorso in rapina, estorsione ed atti persecutori. Le indagini sono partite nello scorso luglio quando il 46enne aveva sporto denuncia per rapina. L’uomo era stato avvicinato dai tre individui che gli avevano sottratto il veicolo. Gli uomini furono immediatamente individuati, durante le indagini venne ricostruito che la donna, in seguito alla fine di una relazione sentimentale avuta con la vittima, aveva preteso una buonuscita di 2mila euro e che al suo rifiuto avrebbe minacciato il suo ex. Gli arrestati sono stati sottoposti ai arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni di residenza.