Sequestrati più di 1 quintale di funghi cinesi venduti come chiodini

I Carabinieri di Salerno, con l’aiuto dell’Ispettorato Centrale Repressione Frodi di Bari, hanno sequestrato funghi “cinesi” spacciati per funghi chiodini e circa quattromila ettolitri di vino bianco. Erano immessi sul mercato 1.770 kg di funghi confezionati in barattoli di latta e in vasetti di vetro con la dicitura “funghi chiodini”. All’interno però erano conservati funghi della varieta’ “pholiota mutabilis nameko”, di origine cinese e 4.300 ettolitri di vino bianco (pari a circa 464 tonnellate di prodotto). Tutto aveva un prezzo stimato sui 500mila euro, tenuto in eccedenza rispetto alla giacenza contabile e non giustificato da alcuna documentazione. Sono poi state sequestrate 6.500 etichette. Le sanzioni ammontano a 200mila euro.