Minacce a testimone di giustizia di Somma Vesuviana, l’associazione Caponnetto chiede l’arresto dei responsabili

Gennaro Ciliberto, testimone di giustizia, è stato raggiunto da gravi minacce, presumibilmente sa affiliati ad organizzazioni camorristiche. Lo ha reso noto l’associazione antimafia Antonino Caponnetto. “Nemmeno la presenza degli uomini dell’Arma ha indotto questi criminali ad esimersi dal pronunciare parole che suonano minaccia anche nei confronti dell’Arma e dello Stato, oltre che della persona del Testimone di Giustizia. Minaccia, peraltro, talmente grave che avrebbe dovuto comportare l’arresto seduta stante”. L’Associazione ha richiesto, specialmente al Procuratore Capo della Repubblica di Napoli “di emettere immediatamente le misure restrittive previste dalla legge nei confronti di coloro che minacciano, oltre che singole persone, i rappresentanti della legge”. Ciliberto, autore di una denuncia per corruzione nell’aggiudicazione di lavori, infiltrazioni mafiose ed anomalie costruttive, è stato responsabile della sicurezza nei cantieri di un’azienda edile, che ha realizzato diverse opere autostradali.
Clicca mi piace alla nostra pagina Facebook e resta sempre aggiornato sulle notizie dalla Campania