Napoli, cittadinanze false: coinvolti anche calciatori

Quattro misure cautelari sono state emesse nei confronti di altrettanti individui al termine di un’indagine che ha portato alla luce un giro di cittadinanze italiane false, ricevute in virtù dello ius sanguinis, senza pero’ avere i requisiti previsti dalla Legge, assegnate a 300 cittadini i brasiliani, mediante compenso economico. Tra questi figurano anche calciatori che militano in divisioni professionistiche del calcio italiano, francese e portoghese.
I soggetti destinatari dell’ordinanza di custodia cautelare sono ora accusati di corruzione, falsita’ ideologica e materiale commessa da Pubblico Ufficiale in atti pubblici e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. I provvedimenti notificati oggi dai militari di Somma Vesuviana sono da collocare ad un’altra operazione che i carabinieri hanno eseguito lo scorso 7 aprile, sempre nel territorio partenopeo. Tra i giocatori coinvolti figura anche Gabriel Boschilia con un passato al Monaco in Ligue 1 e diverse esperienze in Italia come atleta di futsal.