Serie C. Le Vespe cadono al cospetto di Braglia: termina 1-0 al ‘’Marulla’’

Cosenza. La Juve Stabia cade al “S. Vito –Marulla” perdendo grazie ad un gol nel secondo tempo. La prima frazione di gioco è stata tuto sommato equilibrata tra le due compagini. La prima occasione da gol è per gli ospiti con Simeri. A rispondere per il Cosenza è Bruccini, che ben servito da Pinna, non riesce a trovare l’impatto con la sfera. Al 29′ Viola, servito di tacco da Lisi, entra in area e calcia da posizione ravvicinata ma Corsi è provvidenziale e manda in corner. Nel finale di primo tempo Calamai ci ha provato con un esterno destra dall’interno dell’area: palla bloccata a terra da Branduani. Il secondo tempo inizia con ritmi diversi, a passare in vantaggio sono i padroni di casa. Caccavallo si rende protagonista con un tiro dai 25 metri, la sfera arriva sui piedi di Bruccini e la insacca in rete. A nulla è servito l’intervento dell’ estremo difensore gialloblù. Nei minuti finali le Vespe provano l’assalto senza successo e cadono al cospetto dell’ ex Braglia, divenuto ormai simbolo per la Juve Stabia dopo la promozione in Serie B nel 2011. Per i calabresi, dopo un inizio di campionato non florido, è la seconda vittoria consecutiva.

Cosenza 1 – Juve Stabia 0
Cosenza: Perina, Corsi, Pinna, Idda, Palmiero (65′ Mungo), Caccavallo (72′ Tutino), Statella, Baclet, Bruccini, Calamai (87 D’ Orazio), Dermaku
Panchina: Saracco, Mungo, Mendicino, Pasqualoni, Boniotti, Trovato, Tutino, Loviso, Pascali, D’Orazio. Allenatore: Piero Braglia
Juve Stabia: Branduani, Allievi, Nava, Simeri (48′ Canotto), Crialese, Viola (79′ Calò), Matute, Bachini, Lisi, Mastalli (65′ Strefezza), D’Auria (48′ Costantino)
Panchina: Bacci, Polverino, Awa, Capece, Costantini, Redolfi, Gaye, Canotto, Strefezza, Zarcone, Calò Allenatori: Fabio Caserta – Ciro Ferrara
Arbitro: Signor Vincenzo Fiorini di Frosinone
Assistenti: Signor Daniele Colizzi e signor Pietro Giglielmi di Albano Laziale
Ammoniti: Bruccini (C), Canotto (J), Pinna (C), Nava (J), Calamai (C)
Angoli: 6-3