Crotone-Napoli, l’ultima dell’anno degli azzurri per diventare campioni d’Inverno

Mancano 90 minuti al termine del girone d’andata di Serie A e in casa di una vittoria del a , gli azzurri saranno d’. La partita dello Scida, resta comunque da non sottovalutare perché Zenga sta continuando il buon lavoro di Nicola e il Crotone sta confermando lo spirito battagliero dello scorso campionato. Sarri, però, nelle ultime giornate ha ritrovato capitan Hamsik, il quale ha superato Maradona nella classifica all times della storia del Napoli, e la qualità della rosa partenopea è nettamente superiore. Unico scoglio da superare sarà l’aspetto mentale, perché il rischio di sottovalutare i rossoblu è alto, anche se in questo primo scorcio di campionato Hamsik e Co hanno dimostrato di saper vincere contro chiunque, che sia una grande o una piccola squadra.
Entrambi gli allenatori schiereranno un 4-3-3. I padroni di casa, ovviamente, avranno un atteggiamento più difensivo, abbassando gli esterni offensivi sulla linea dei centrocampisti. Difesa, invece, confermata in blocco. Sarri, privo di Mario Rui, si affiderà nuovamente a Maggio sull’out di destra e Hysaj sul versante opposto. Centrocampo e attacco con i titolarissimi, con Zielinski pronto a subentrare.

LE PROBABILI FORMAZIONI
CROTONE (4-3-3): Cordaz; Sampirisi, Simic, Ceccherini, Martella; Rohden, Mandragora, Barberis; Stoian, Budimir, Trotta. All. Zenga.
NAPOLI (4-3-3): Reina; Maggio, Albiol, Koulibaly, Hysaj; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. All. Sarri.

Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità