Italia, pranzo natalizio per detenuti in 9 carceri italiani

Oggi, in nove istituti penitenziari – Torino (Lorusso e Cutugno), Ivrea, Verona, Milano (Opera), Roma (Rebibbia femminile), Casal del Marmo, Modena, Salerno e Palermo (Pagliarelli) – è in programma l’iniziativa “L’ALTrA cucina… Per un pranzo d’amore” promossa da Prison Fellowship Italia Onlus, Rinnovamento nello Spirito Santo e Fondazione Alleanza del RnS per offrire a circa 2500 persone – tra detenuti, detenute, familiari e volontari che presenzieranno – un pranzo natalizio preparato da chef “stellati” – tra cui Gianfranco Perbellini che cucinerà a Verona – e servito da testimonial del mondo dello spettacolo, della musica, del teatro, della televisione che, durante il pranzo, si esibiranno per rallegrare i commensali. In particolare Massimo Di Cataldo canterà per le detenute del Carcere di Rebibbia.
L’artista ha affermato: “È un onore per me far parte di questa bellissima iniziativa. Sono qui perché attratto dalle emozioni provate da mia sorella Francesca (attrice di teatro), durante il Pranzo di Natale degli anni precedenti. Per le detenute di Rebibbia ho pensato di dedicare la mia canzone ‘Come sei bella’ che parla del rapporto di noi stessi con il tempo”. Tra i vip protagonisti anche Licia Colò, la quale ha affermato: “Spero di portare alcuni racconti sul mondo e sulla speranza, perché è importante credere che si può sempre ripartire”. L’iniziativa riceve il plauso del sottosegretario al Ministero della Giustizia Cosimo Ferri il quale ha affermato: “Tra le più belle esperienze della mia legislatura, ormai al termine ve ne sono molte legate al Rinnovamento, come quella del Pranzo di Natale a Rebibbia. L’Amministrazione penitenziaria è sempre felice di accogliere questi momenti, perché è importante coinvolgere le Istituzioni con il volontariato, con il mondo della società civile che, di fronte a questi temi, non sempre è sensibile. Invece entrare nelle carceri, capire, confrontarsi, arricchisce davvero”.