Pompei. Torna libero uno degli aggressori di Gaetano in stazione: ”Non fu rapina” (IL VIDEO)

Pompei. Torna libero una dei membri del branco che lo scorso 25 novembre accerchiò Gaetano Madonna all’interno della stazione Villa dei Misteri di Pompei. Il 22enne fu accerchiato e pestato. Secondo il tribunale non si trattò di rapina ma di lesioni volontarie aggravate così ha annullato l’ordinanza per Pasquale Manzo, presunto complice di Luciano Formisano. Il tribunale del riesame ha accolto la difensiva dell’avvocato Ottobre. Quindi non ci fu rapina ai danni del giovane di Ercolano ma si trattò di una violenta aggressione così come mostrato dalle immagini di videosorveglianza della stazione. Per Luciano Formisano invece era arrivato un ordine di arresto perché ritenuto responsabile anche di uno scippo consumato sempre su una stazione della Circumvesuviana qualche giorno prima: secondo l’accusa rubò un cellulare ad una ragazzina minorenne. Per i due minorenni di Torre Annunziata, invece, la Procura dei Minori ha chiesto il collocamento in una comunità.