Caserta. Sequestrato un carico da 850mila a due imprenditori

La Guardia di Finanza di Aversa ha effettuato un sequestro preventivo per un valore di 850mila euro a carico di imprenditori residenti a Teverola e Lusciano, nel Casertano. I due operatori economici, operanti rispettivamente nel settore edile della lavorazione e della commercializzazione del legno, sono indagati per i reati per falsa compensazione, nel versamento delle imposte, di crediti non spettanti, e per dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture per operazioni inesistenti. L’indagine è partita dalle verifiche effettuate dai finanzieri del Gruppo di Aversa sulla documenti fiscale delle due aziende. E’ così emerso che l’impresa edile con base a Teverola, avrebbe usato dei debiti previdenziali con l’Inps e ruoli relativi ad un precedente accertamento per compensare crediti Irpef inesistenti, in quanto non risultanti da alcuni dichiarazione fiscale. L’evasione realizzata sarebbe pari a oltre 760mila euro, che è anche il valore del sequestro che ha colpito i beni e le disponibilità finanziarie riconducibile all’imprenditore e all’azienda. Nel secondo caso, all’azienda operante nel settore del legno, è stata contestata la frode nella presentazione della dichiarazione, basata su fatture emesse per operazioni mai fatte, pari ad oltre 76mila euro