CalcioSerie CSport

Reggina, è ora di unirsi

Lo slogan amaranto dovrebbe essere preso alla lettera




Uno slogan ideato per unire tifosi e società…

#Unitisivince è lo slogan che la Reggina 1914 a inizio stagione ha scelto per la propria campagna abbonamenti. Ad oggi leggere questa frase sembrerebbe quasi un’utopia. Di unito intorno alla Reggina 1914 c’è davvero poco. Ma cosa ha portato a questa spaccatura totale tra società e tifosi?… La Reggina di inizio stagione non aveva nulla da invidiare né sul piano tattico né sulla gestione e tanto meno sui risultati. Il giovane coordinatore dell’area tecnica, Salvatore Basile, ha portato a Reggio Calabria dei giovani calciatori validi e molto motivati. La vittoria contro il Catania è stata la ciliegina sulla torta per una stagione che si stava avviando a risvolti molto positivi.  La bella storia è però finita troppo presto: risultati negativi e umilianti sconfitte in casa hanno portato il tifo a fare un passo indietro nei confronti della squadra e della società.  L’evidente declino ha portato molti calciatori a chiedere la cessione già a Gennaio, tra di loro il capitano e vice capitano. La causa della decadenza amaranto, secondo i calciatori, sarebbe il mister Maurizi. La rosa al completo avrebbe infatti chiesto l’allontanamento dell’allenatore dopo la sconfitta casalinga contro la Sicula Leonzio. I vari confronti tra società, calciatori e allenatori hanno portato il Presidente Praticó ad una posizione scomoda. Il patron non ha mai dubitato delle capacità del suo tecnico, ed anzi, per lui ha scelto il rinnovo fino al 2019. Prima della sosta la Reggina ha trovato la vittoria in casa del Catanzaro, un segnale di rialzo per un girone di ritorno che promette scintille.        Il mercato di riparazione che si chiuderà il 31 Gennaio prospetta molte cessioni e qualche importante ritorno, il più significativo quello del calciatore Ivan Castiglia, cresciuto nella Reggina. I problemi intorno agli amaranto però non sembrano alleviarsi, ogni minima cosa viene strumentalizzata con conseguente polemica intorno alla Reggina. L’unica certezza è una, bisogna remare tutti dalla stessa parte: stampa, società e tifosi amano la maglia amaranto, e guai affermare il contrario. Si sa che il troppo amore spesso porta a decisioni affrettate, ma lo slogan della campagna abbonamenti dovrebbe essere preso alla lettera…Uniti si vince!

Tags

Articoli Correllati

Sei Offline

error: CONTENUTO PROTETTO