Sant’Antonio Abate. Rissa sulla giostra: il video che ha fatto il giro del web (VIDEO)

Sant’Antonio Abate. Se le sono date di santa ragione: calci, pugni. In tanti contro uno o due. Una mega rissa durata circa due minuti sulla pedana della giostra Taka-Taka durante la Sagra di sant’Antonio Abate. Il tutto naturalmente ripreso degli immancabili smartphone di chi assisteva anche forse divertito a quelle scene orribile senza pensare che qualcuno si stava facendo davvero male. Il gestore della giostra che urlava e i ragazzi che continuavano a picchiarsi. Lo hanno fatto in più riprese. Il video sta facendo il giro del web. Noi di onlinemagazine.it, visto che si tratta di protagonisti minori,  abbiamo sfocato i volti dei ragazzi per non renderli riconoscibili. Sono stati comunque identificati dai carabinieri che ne hanno denunciato quattro. Altri sono in via di identificazione. Il bilancio è appunto di quattro denunciati, tutti contusi, e uno finito in ospedale a Castellammare con un trauma cranico.  Una serie di sfottò e prese in giro per l’abbigliamento e il trucco delle ragazze in due gruppi di adolescenti ha scatenato una rissa. Il bilancio è stato di un ferito e quattro ragazzi denunciati. I carabinieri sono intervenuti in via in via Lettere a Sant’Antonio Abate per dividere due gruppi di minorenni tutti incensurati. La denuncia riguarda un 15enne e un 14enne di Gragnano, un coetaneo di Sant’Antonio Abate e un 16enne di Gragnano. I primi due facevano parte di una fazione, gli altri due dell’altra.I militari sono al lavoro per identificare altri ragazzi che hanno partecipato alla rissa. In particolare, il 15enne di Gragnano ha colpito alla testa con il casco il 14enne di Sant’Antonio Abate, a cui, nell’ospedale di Castellammare di Stabia, dov’è stato portato dal 118, e’ stato riscontrato un trauma cranico giudicato guaribile in 5 giorni. Il 15enne, dunque, oltre che di rissa aggravata come i compagni, deve rispondere anche delle minacce di morte nei confronti del rivale.