Torre Annunziata. Nasce un centro di oncologia e con sé 140 posti di lavoro


La società Cmo srl (amministratore unico Luigi Marulo) ha ottenuto, infatti, da Invitalia un finanziamento di circa 34 milioni di euro per la creazione di un centro sanitario specializzato nella cura dei tumori e il potenziamento dei servizi già erogati dalla clinica diagnostica di via Filippini e dal parcheggio di via Roma a Torre Annunziata. Nascerà dunque a Torre Annunziata un centro di oncologia di assoluto valore. La giunta comunale, con a capo il sindaco Vincenzo Ascione, nel dicembre scorso aveva approvato la delibera perché si riconosceva “l’interesse pubblico” del progetto. Il polo oncologico dovrebbe sorgere nel cosiddetto ex Palazzo Genzano, conosciuto anche come Palazzo della caccia ’a ’ufala, situato in via Roma, di fronte alla chiesa di San Francesco di Paola. L’edificio è attualmente interessato da lavori di ristrutturazione.
Un progetto che interessa, dunque, non solo l’aspetto imprenditoriale e sociale ma anche e soprattutto quello occupazionale. Il progetto, infatti, prevede la creazione di 140 posti di lavoro da impiegare nella struttura sanitaria, a cui si aggiungerebbero quelli prodotti dall’indotto, ed andrebbe a riqualificare una zona degradata della città oplontina. Un’iniziativa del genere è nata anche per far diventare Torre Annunziata “la città dell’eccellenza sanitaria e della salute”. Il polo sanitario prevede la realizzazione di settori dedicati a radioterapia, chemioterapia, terapia metabolica, chirugia oncologica e dialisi.

Total
0
Shares
Previous Article

Boscoreale. Partono i lavori per la realizzazione del Museo del Parco Nazionale del Vesuvio

Next Article

Baby gang, Saviano difende Gomorra: "Non è colpa di una serie TV"

Related Posts