Avellino. 13enne scomparsa ritrovata ubriaca su una panchina

La 13enne scomparsa per alcune ore è stata ritrovata su una panchina in stato di ebbrezza in piazza Libertà ad Avellino. Ore di ansia e preoccupazione vissute dalla famiglia della adolescente della provincia avellinese. Aveva raggiunto ieri pomeriggio il capoluogo per trascorrere qualche ora di svago insieme ad una sua coetanea. Alle undici di sabato sera, dovevano trovarsi entrambe nei pressi del palazzo di giustizia, dove ad attenderle c’era la mamma di una delle due che le avrebbe riaccompagnate a casa. All’appuntamento, però, si è presentata soltanto una delle due ragazze, visibilmente spaventata perché da diverse ore non riusciva più a trovare l’amica. La mamma di quest’ultima, sebbene sotto choc per l’accaduto, ha chiamato il 113 e la ragazzina fortunatamente è stata ritrovata, dagli agenti della squadra Volanti di Avellino, verso le tre della scorsa notte dopo aver perlustrato tutta la città.Era su una panchina, addormentata. Fondamentale è stata la collaborazione di due suoi amici con i quali la ragazzina aveva trascorso il pomeriggio. Loro hanno avvisato la polizia dopo averla lasciata da sola. Agli agenti hanno raccontato di averla abbandonata, spaventati dalle condizioni in cui versava. Gli agenti della sezione Volanti, dopo aver vagliato la loro versione, hanno escluso ogni profilo di responsabilità in quanto hanno fattivamente contribuito e fin da subito alle ricerche della adolescente. Appena trovata è stata trasferita all’ospedale Moscati per accertamenti. I sanitari hanno avviato le cure necessarie e predisposto il ricovero della giovane. Esclusa l’assunzione di sostanze stupefacenti e la possibilità che la ragazzina avesse subito violenze.