Foggia, Stroppa: ‘’Tra Fedato e Floriano ho scelto il primo perché avevo bisogno di qualcuno che saltasse l’uomo’’

Doveva essere un jolly lo Zaccheria ma il Foggia non è riuscito a sfruttare l’occasione, ricadendo così tra le mura casalinghe dopo quattro vittorie consecutive contro un Brescia ben organizzato. È Nicastro che fa sorridere i rossoneri prima della rimonta dei biancazzurri con Torregrossa e Caracciolo. Queste le parole dell’allenatore del Foggia Calcio, Giovanni Stroppa, intervenuto nella consueta conferenza post-partita:

“Il primo tempo è stato equilibrato. Siamo stati bravi ad andare in vantaggio ma credo che negli episodi potevamo fare molto meglio. Le occasioni le abbiamo create, dovevamo essere solo più bravi.
Nel secondo tempo arrivavamo secondi sulla palla, abbiamo sbagliato molto nel palleggio, nelle ripartenze e nei contropiedi.
Sapevamo di trovare una squadra organizzata e il Brescia ha approfittato delle nostre difficoltà strada facendo. Potevamo chiudere la partita e non siamo stati bravi a farlo. Non posso recriminare l’impegno o la voglia di riprendere il risultato. Nel momento in cui vuoi andare a vincere la partita dovevo mettere Fedato o Floriano, un giocatore con la caratteristica di saltare l’uomo. Ho messo Scaglia dal primo minuto perché era la scelta migliore. Come Zambelli, credo che anche Scaglia abbia fatto bene e c’era la possibilità di essere emotivamente più dentro rispetto ad altre partite. Gerbo l’ho messo a partita in corso così da poter far fare il salto di qualità alla squadra. Oggi non me la sono sentita di far esordire Ramè, lui però potrebbe essere il giusto sostituto di Zambelli.
Comunque bisogna fare i complimenti al Brescia che è venuto a giocare qui con personalità e ha vinto la partita sotto l’aspetto nervoso.
Potevamo fare una partita diversa ma non è facile, dopo aver speso così tanto nelle ultime quattro partite, riuscire ad essere sempre al 100%. Questa però non è una scusante e mi dispiace, non perderla sarebbe stato più signficiato. Ora ci si rimbocca le mani e si lavora al meglio per preparare la partita contro il Novara.
Noi andiamo avanti. Crediamo in quello che stiamo facendo e abbiamo ottenuto dei risultati che ci hanno dato autostima.
Si cercherà di recuperare le energie mentali e fisiche per martedì. Sappiamo che andremo a giocare su un campo sintentico e prepararemo la partita in un giorno e mezzo come abbiamo fatto altre volte.”