Ischia. Pasquale Maltese è morto per meningite, la conferma arriva dall’ospedale Cotugno

Napoli. Sembra essere chiarita la vicenda della morte di Pasquale Maltese, operaio 29enne di Serrara Fontana sull’isola d’Ischia ricoverato giovedì in ospedale e morto ieri nell’ospedale Rizzoli: é deceduto per meningite. La conferma è giunta nella tarda serata di ieri dall’ospedale Cotugno di Napoli. Per tutta la giornata i vertici sanitari del Rizzoli avevano escluso il possibile collegamento tra la morte di Maltese e quella della piccola nipotina di un anno,  Vittoria, deceduta al Santobono per una meningite fulminante, il mese scorso.
I familiari di Pasquale Maltese, operaio e padre di una bimba di 3 anni, avevano chiesto l’intervento dei carabinieri i quali avevano informato il pm di turno e avevano sequestrato cartella clinica e salma. In serata e’ giunta la notizia dal Cotugno ed e’ scattato l’allarme anche perche’ uno zio del ragazzo, G.Z, e’ stato ricoverato al pronto Soccorso del Rizzoli ed e’ sotto osservazione. I sanitari hanno fatto quindi scattare la profilassi per i familiari e per coloro che hanno avuto contatti con Pasquale Maltese.
Il protocollo sanitario è scattato anche per tutti coloro che hanno frequentato nell’ultimo periodo Pasquale, da tutti conosciuto come Lino, soprattutto nella zona del borgo di Sant’Angelo, dove lavorava alla guida dei carrelli elettrici adibiti al trasporto di bagagli e persone.
Ci sono analogie precise con quanto si verificò un mese fa quando, dopo la tragedia di Vittoria, i genitori della bimba e gli altri familiari, compreso lo zio Lino, e tutte le persone che erano entrate in contatto con la piccola vennero subito sottoposti alla profilassi antibiotica. La Procura, ha incaricato l’ufficio di medicina legale per l’esecuzione dell’autopsia, per approfondire il caso. Ma le analisi arrivate nella serata di ieri sembrano aver sciolto ogni dubbio.