Non basta un doppio Higuain, è rimonta Spurs: 2-2 tra Juventus e Tottenham

Non è bastata alla Juventus la doppietta di per portarsi a casa il primo round contro il . Partita emozionante allo Stadium: la Juventus parte fortissima, aggredisce il Tottenham e la partita, e dopo solo otto minuti è gia avanti 2 a 0 (doppietta del Pipita). Primo gol che nasce da uno schema su calcio piazzato: difesa disattenta, con il Pipita che scatta sul filo del fuorigioco e fulmina di prima intenzione Lloris, che tocca ma nulla può sul diagonale del centravanti bianconero. Il raddoppio arriva su calcio di rigore (fallo di Davies su Bernardeschi), Lloris tocca ancora una volta ma non riesce a opporsi. Da qui in poi è assedio Tottenham fino al termine della prima frazione, che culmina con il gol dell’1 a 2. La firma, tanto per cambiare, è di Harry Kane, che salta Buffon e deposita a porta vuota. Higuain potrebbe virtualmente chiuderla due volte ma prima spreca un contropiede e poi stampa sulla traversa il secondo rigore di serata. Secondo tempo che si apre così come si era chiuso il primo, con il Tottenham in avanti a cercare il pareggio e con la Juve attenta a non concedere troppi spazi. Ma il gol del pareggio arriva. Dele Alli irride Chiellini e guadagna una punizione al limite dell’area: da calcio piazzato, Eriksen beffa Buffon sul suo palo. Succede pochissimo dopo il pareggio degli Spurs, che mantengono il possesso palla, e con la Juve che non alza mai i ritmi.
Risultato, comunque, da non buttare per la Juve, nonostante l’ottimo inizio facesse sperare ben altro. La Juventus paga un atteggiamento troppo rinunciatario dopo essere andata in vantaggio di due gol e, nonostante le urla di Allegri che invitava i suoi a pressare in alto, non ha mai creato danno alla manovra inglese. Tottenham che ha avuto tempo e tranquillità per riordinare le idee e pianificare la ai danni dei bianconeri. Appuntamento alla sfida di ritorno, a Wembley, dove nessun errore sarà più concesso agli uomini di Massimiliano Allegri.


Aggiorna le impostazioni di tracciamento della pubblicità