Paganese, Favo: “Sono amareggiato, dispiace soprattutto per i miei ragazzi”

Brutta sconfitta per la Paganese in casa contro la Fidelis Andria, e mister Favo ha cercato di analizzare i motivi di questa brusca fermata: “C’erano tutti i presupposti per vincere la partita. Mi sarei arrabbiato se avessimo pareggiato figuriamoci con questa sconfitta. Non abbiamo mai creato occasioni per vincere nonostante l’uomo in più. Ho voluto cambiare l’assetto tattico visto che tre difensori contro un solo attaccante era eccessivo e allora ho inserito Della Corte per cercare di spingere di più e crossare. Ho visto delle facce nello spogliatoio, erano carichi. Questa battuta d’arresto per certi versi è stata inaspettato.
Bernardini ha fatto una grandissima partita a Viterbo e anche nel primo tempo di oggi ha giocato molto bene. Siccome non giocavamo da tanto a quattro in difesa e avendo Della Corte sulla sinistra, ho pensato a contenere più sulla destra con lui. Dal momento in cui si è fatto male Baccolo si sono rovinato i miei piani. Per quanto riguarda Tazza e Pavan, io guardo gli allenamenti e poi faccio le mie scelte. Tra il primo e secondo tempo ho detto ai ragazzi che bisognava mettere tanti palloni all’interno dell’area di rigore e per questo ho inserito subito Cernigoi. E con Cesaretti e Cuppone sugli esterni avevo pensato di allargare il gioco. Ma comunque non siamo riusciti a costruire e a mettere pochi palloni dentro. Cernigoi è un giocatore strutturato mentre Cesaretti e Cuppone con la loro rapidità potevano mettere in difficoltà i difensori molto fisici dell’Andria. Hanno trovato la vittoria su un nostro errore, dispiace per i ragazzi. Subiamo tanti gol su palla inattive perché le caratteristiche dei nostri ragazzi sono queste: poca fisicità. Non abbiamo rischiato niente, e abbiamo preso gol in superiorità numerica. In occasioni come queste c’è bisogno di un pò più di esperienza, magari un fallo tattico. In questo momento sono amareggiato. Baccolo ha subito una distorsione alla caviglia.”